Conferenza Stampa Perugia

20 maggio 2011

PAC 2000A Conad leader della moderna distribuzione nel Centro Sud Italia

Per il triennio 2011-2013 previsti investimenti per 100 milioni di euro in nuovi progetti, con un incremento dell'occupazione di 500 addetti.

Perugia, 20 maggio 2011 – Un investimento di 100 mln di euro in tre anni per la crescita nel territorio con un aumento dell'occupazione di 500 addetti e un forte impegno nel sostegno ai consumi e alle produzioni locali. Questi i punti salienti del piano di sviluppo 2011-2013 di PAC 2000A, cooperativa umbra associata Conad, presentato questa mattina dal presidente Claudio Alibrandi, dal vicepresidente Vitaliano Gaggi, dal direttore generale Danilo Toppetti, in presenzadi Francesco Pugliese, direttore generale del consorzio nazionale Conad.
Accanto al piano di sviluppo nel territorio umbro, Pac2000A ha presentato i risultati economici al 31 dicembre 2010, che saranno sottoposti all’Assemblea dei soci in calendario il prossimo 12 giugno. Nell’esercizio trascorso, il giro d’affari del Gruppo ha sfiorato i 2 miliardi di euro (1.922 milioni, +8,6% rispetto al 2009), con un utile netto di 41 milioni di euro (+28% rispetto al 2009). Anche il patrimonio netto è cresciuto, raggiungendo i 326 milioni di euro (+12% sul 2009).
Risultati decisamente positivi, frutto di una performance sul mercato che ha superato ogni aspettativa, consacrando Conad come catena leader in Umbria, con una quota di mercato del 24,1 per cento. Conad è risultata essere protagonista in entrambe le province umbre: a Perugia con una quota del 22,4%, e a Terni dove detiene il 29,2%. Un punto di riferimento nel territorio non solo per famiglie e clienti, ma anche per gli oltre 400 fornitori locali, con i quali, nel 2010, ha sviluppato un fatturato di 424 milioni di euro, anche grazie alle sinergie del gruppo Conad, che si è fatto portavoce delle migliori produzioni regionali in Italia e in Europa con i propri marchi commerciali (Conad, Conad Percorso Qualità, Conad Il Biologico, Sapori&Dintorni Conad e Creazioni d’Italia).

«Nonostante la situazione nazionale ed internazionale continui ad essere preoccupante, il nostro gruppo porterà avanti un ambizioso piano di sviluppo – ha dichiarato il direttore generale di PAC 2000A Danilo Toppetti. In Umbria, come nelle altre regioni in cui operiamo, continueremo a sostenere i nostri soci imprenditori presenti sul territorio che sono i veri protagonisti del sistema Conad. Grazie al loro impegno e al nostro supporto, sappiamo di poter contribuire alla crescita dell’intera regione e alla valorizzazione dei prodotti del territorio. Non una dichiarazione d’intenti, ma un risultato concreto, come testimonia la partnership con oltre 400 imprese umbre fornitrici dei nostri prodotti a marchio e le pmi agricole che, coinvolte nel progetto Ortensio, hanno potuto impegnare i loro terreni e garantirsi una programmazione futura. Ci piace definirci un’azienda sociale. Non solo perché siamo una cooperativa, ma soprattutto perché siamo un’azienda che contribuisce allo sviluppo anche socio culturale, oltre che economico, del territorio. Prova ne è, ad esempio, il sostegno ad Umbria Jazz che oramai da alcuni anni si è trasformato in qualcosa di molto più profondo della semplice sponsorizzazione o i numerosi interventi nelle attività sociali e sportive della nostra regione>>.

Il progetto Ortensio, nato per iniziativa di Pac2000A e sperimentato in Umbria, è un tangibile esempio di quelle positive sinergie che un Gruppo come PAC 2000A può generare con il tessuto socio economico del territorio. Ortensio prevede la stipula di accordi di produzione annuali (da quest’anno anche pluriennali) con alcuni piccoli e medi produttori agricoli umbri che accorciando la filiera, realizzando cioè quelle che oggi vengono definite produzioni a chilometri zero, coglie il duplice obiettivo di garantire ai clienti della rete un’offerta di ortofrutta di elevata qualità a prezzi competitivi, anche grazie ai risparmi sui trasporti, e agli imprenditori locali uno sbocco sicuro per le loro produzioni, unito a una prospettiva per la propria attività aziendale.. La cooperativa, tramite Cedof (la società che gestisce per conto dell’insegna le attività legate all’ortofrutta), si accorda preventivamente con i piccoli imprenditori locali sulle produzioni da programmare e contestualmente s’impegna ad acquistarle, ritirarle e commercializzarle nei punti vendita Conad.


<<Siamo soddisfatti dei risultati conseguiti fin qui ma anche consapevoli della necessità di continuare a crescere – prosegue lo stesso Danilo Toppetti– Sentiamo la responsabilità di valorizzare il lavoro dei nostri 248 soci e dare continuità a quello degli addetti dell’intera filiera Conad: 2.200 famiglie umbre che traggono sostentamento dal nostro Gruppo. Sono da poco iniziati i lavori per la realizzazione del Centro Commerciale di Corciano ed abbiamo in programma una serie di altri investimenti, che si iscrivono nella riqualificazione di aree urbane quali l’ex Tabacchificio Giontella a Bastia Umbra e l’ex Fornaci Briziarelli a Santa Maria degli Angeli. Crediamo che questi interventi di recupero abbiano il pregio da un lato di restituire alla comunità intere aree oggi degradate e dall’altro di creare di nuovi contenitori commerciali senza comportare un ulteriore allargamento delle aree edificabili>>.
<<Sul fronte del sostegno dei consumi – ha concluso il direttore generale - il 2011 ci vedrà ancora una volta impegnati in importanti investimenti per le politiche di contenimento dei prezzi.
E’ il nostro contributo alla perdita di potere d’acquisto delle famiglie ed è anche la ragione per cui l’insegna Conad è la più frequentata in Umbria e non solo>>.

Tra gli obiettivi prioritari di PAC 2000A c’è l’impegno a contenere l’inflazione e a dare un concreto sostegno alle famiglie. In regione, l’incidenza promozionale nel corso del 2010 nei supermercati Conad, nei negozi Margherita e nei Conad Superstore, è stata pari al 23% delle vendite; per l'anno in corso la cooperativa prevede un aumento dell’attività promozionale dell’1,8% in difesa del potere d’acquisto dei clienti. Buono l’andamento complessivo delle vendite, che nel territorio sono aumentate del 2,6%; positivo anche il risultato di quelle dei prodotti a marchio Conad, che rappresentano ormai il 17,5% di quelle totali.
In Umbria PAC 2000A conta 248 associati e opera con 1 ipermercato E.Leclerc Conad, 9 Conad Superstore, 55 Conad, 17 Conad City, 134 Margherita, 17 Todis discount, 30 negozi con altre insegne e gli addetti che ruotano attorno alla cooperativa sono 2261 con un incremento del 2% rispetto all’anno precedente.