Assemblea di Bilancio 2010 PAC 2000A

12 giugno 2011

PAC 2000A CONAD, APPROVATO IL BILANCIO 2010: IL MIGLIORE DELLA SUA STORIA

 

Roma, 12 giu - 988 associati e 12.709 addetti in quattro regioni (Umbria, Lazio, Campania e Calabria). E ancora, un giro d’affari del gruppo che ha sfiorato i 2 miliardi di euro (1.922 milioni, +8,6% rispetto al 2009), con un utile lordo di quasi 48 milioni di euro, mentre l’utile netto è di circa 41 milioni di euro (+28% rispetto al 2009), e un patrimonio netto che ha raggiunto i 326 milioni di euro (+12% sul 2009). Sono alcuni dei risultati economici del bilancio 2010 di Pac 2000A Conad che sono stati sottoposti all’assemblea annuale dei soci che si è svolta domenica 12 giugno al Pala Cavicchi di Roma.

Durante l’assemblea, davanti a più di 500 soci, oltre all’approvazione del bilancio, si è proceduto al rinnovo del consiglio di amministrazione, che ha confermato ufficialmente Claudio Alibrandi alla presidenza e i vicepresidenti, per l’area Umbria, Vitaliano Gaggi, per l’area Campania Castrese Carandente, mentre per l’area Calabria è stato designato il nuovo vicepresidente, Michele Circosta.

Tra gli altri dati del bilancio, così come relazionati dal direttore generale di Pac 2000A Conad, Danilo Toppetti, si sottolinea come lo scorso anno, la rete totale del gruppo abbia ottenuto un incremento delle vendite a rete omogenea (cioè senza considerare le nuove aperture) pari a un +3,2 per cento, a fronte di una media italiana che, per la prima volta nella storia della grande distribuzione italiana, ha visto un arretramento del -0,5 per cento.

Dopo una crescita di circa l’8 per cento del totale delle vendite tra il 2009 e il 2010, è stata budgettizzata una crescita di dieci punti percentuali per il 2011, con un fatturato del gruppo previsto di 2.115 milioni di euro. “Un fatturato che in dieci anni – ha spiegato Toppetti – si è triplicato, visto che nel 2000 è stato di 738 milioni. Abbiamo inoltre raggiunto la quasi totalità degli obiettivi prefissati nel piano triennale 2008/2010, a partire dal miglioramento dell’efficienza dell’azienda anche con una significativa riduzione dei costi. Durante l’assemblea abbiamo anche anticipato i capisaldi del piano strategico triennale 2011/2013 sulla ‘Crescita qualitativa della filiera’. Nei prossimi tre anni, infatti, contiamo di puntare sulla qualificazione della rete e soprattutto sul miglioramento dei rapporti tra i soci e la cooperativa e tra la cooperativa e il consorzio Conad”.

“Il segreto del nostro successo? Essere vicini alla esigenze dei nostri soci e dei nostri clienti - ha sottolineato il presidente di PAC 2000A Claudio Alibrandi - con un occhio alla modernizzazione della rete”. Nonostante le difficoltà in cui si trova il Paese, infatti, abbiamo in programma una serie di investimenti per lo sviluppo delle attività imprenditoriali dei nostri associati. Il piano prevede un investimento di circa 200 milioni di euro in tre anni per la crescita nei territori, con un aumento dell’occupazione di oltre 2000 addetti e un forte impegno nel sostegno ai consumi e alle produzioni locali. “Lo sviluppo – prosegue il presidente – è, però, fatto direttamente e attivamente dai soci imprenditori presenti sul territorio, come da sempre è nel dna di Conad. Notevoli saranno anche gli investimenti per le politiche di contenimento dei prezzi a difesa della spesa dei clienti che apprezzano il nostro impegno e ci premiano in termini di sempre maggiori presenze all’interno dei punti vendita”.