Prime consegne dei premi di "INSIEME PER LA SCUOLA"

17 ottobre 2012

A Montalto Uffugo (CS), Acerra (NA), Ceccano (FR), Magione (PG) e Terni le prime scuole a ricevere le attrezzature informatiche
CON "INSIEME PER LA SCUOLA" ISTITUTI SEMPRE PIU' DIGITALIZZATI
3567 gli Istituti Primari e Secondari nei territori di PAC 2000A Conad iscritti all’iniziativa

Ott. 2012 – Rafforzare il legame con il territorio e investire sulle nuove generazioni, puntando sul più importante fattore di sviluppo di ogni Paese: la scuola. Sono gli obiettivi del progetto, promosso da Conad e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal titolo “Insieme per la scuola”. L’iniziativa è il risultato della partecipazione attiva di studenti e famiglie, che hanno raccolto i buoni scuola presenti nelle bustine di figurine e sticker dei Puffi ricevute in occasione di una spesa nei punti di vendita Conad e li hanno consegnati all’istituto frequentato. Ogni istituto ha raccolto i buoni e, raggiunto il numero necessario, ha potuto richiedere in modo gratuito il premio scelto tra attrezzature informatiche e supporti multimediali (stampanti, lavagne luminose, proiettori, schermi tv...) presenti in un apposito catalogo. In Umbria, Lazio, Campania e Calabria, le quattro regioni in cui opera PAC 2000A Conad, sono stati distribuiti oltre 21 milioni di buoni, di cui ne sono stati restituiti circa 10 milioni. 3657 le scuole delle quattro regioni che hanno aderito all’iniziativa e ordinato 4048 premi. A livello nazionale si sono iscritti 11.258 istituti scolastici; di questi 2.324 hanno richiesto 9.065 attrezzature informatiche.
“Quello di Conad è un impegno forte a sostegno del mondo della scuola e dei giovani – sostiene Martino Moretti, direttore vendite di PAC 2000A Conad – che rappresentano il futuro del nostro paese. Viste le difficoltà che la scuola sta attraverso con continui tagli, si è pensato di intervenire con la fornitura di materiale tecnologico. Tra l’altro questa nostra iniziativa anticipa le nuove direttive del governo per rendere più moderno ed efficiente l’insegnamento. Oggi 9 ragazzi su 10 hanno familiarità con il mondo digitale, comunicano attraverso la rete, navigano in Internet e padroneggiano le nuove tecnologie; un passo ben diverso da quello del mondo scolastico basato ancora, in massima parte, su contenuti cartacei. L’auspicio è che nasca una scuola digitale, investendo sugli strumenti ma anche sulla formazione dei docenti e su una didattica moderna. Conad ha un solido rapporto con le comunità dei territori in cui opera e restituisce benefici anche sotto forma di questo progetto che investe sulla fascia di scolari dai 5 ai 12 anni e sulla scuola, il principale fattore di sviluppo di ogni Paese che ambisca ad essere moderno ed efficiente”.