La domenica non si va a scuola

09 ottobre 2018

“La domenica non si va a scuola”: da martedì 9 ottobre al via la vendita degli abbonamenti alla stagione 2018/19

 

Ritorna l’ormai consolidato appuntamento con La domenica non si va scuola, la rassegna dedicata alle famiglie e ai bambini promossa da Emilia Romagna Teatro Fondazione in collaborazione con Conad. I quattro appuntamenti che si snoderanno al Teatro Storchi fino al 3 febbraio 2019 costituiscono ormai un imprescindibile appuntamento per ERT e Conad, entrambi attivamente impegnati a offrire alle famiglie un’importante occasione di crescita e condivisione, dando voce a un teatro capace di emozionare allo stesso tempo grandi e piccini.

«La scelta di Conad di sostenere anche quest'anno gli spettacoli dedicati ai bambini e alle loro famiglie fa parte di un'idea di promozione della cultura che Conad porta avanti da alcuni anni, in particolare crediamo che sia importante valorizzare una forma di espressione artistica come il teatro» commenta Alessandro Beretta, Direttore Generale di Nordiconad che prosegue: «inoltre, coerentemente con i valori in cui Conad crede quali l'inclusione e la relazione, La domenica non si va a scuola rappresenta un impegno importante verso le famiglie poiché gli spettacoli offrono l'opportunità di un pomeriggio nel quale la famiglia può trovare l'occasione per intrattenere momenti di relazione e socializzazione».

La collaborazione tra ERT e Conad troverà espressione anche nella merenda che verrà offerta a tutto il pubblico al termine di ogni spettacolo della rassegna.

Al via martedì 9 ottobre la campagna abbonamenti: a partire da questa data sarà possibile sottoscrivere un abbonamento ai quattro spettacoli della rassegna, mentre da martedì 23 ottobre sarà possibile acquistare i biglietti per le singole rappresentazioni.

Primo appuntamento con la rassegna domenica 18 novembre alle ore 16.30 con Il tenace soldatino di stagno, ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen. Così come nel racconto originale, i protagonisti umani sono a servizio a volte del racconto, a volte dei giocattoli, a volte della sorte… Si prosegue poi domenica 16 dicembre sempre alle ore 16.30 con Schiaccianoci swing liberamente ispirato a Hoffmann, Tchaikovsky e al mondo dello Schiaccianoci. Proponendo un ingegnoso mix di musica dal vivo e teatro fisico, lo spettacolo è un sogno musicale che spazia dal jazz al blues, dal folk al rock, passando per Tchaikovsky, arrangiato e messo in condizioni di dialogare con gli altri generi che confluiscono in quell’andamento “swing” che dona il titolo all’opera. In occasione dell’Epifania, domenica 6 gennaio alle ore 16.30 Pinocchio, un viaggio tra gli innumerevoli episodi del romanzo di Collodi, affiancando a quelli più noti che tutti si aspettano di vedere altri meno conosciuti, in cui il nostro protagonista si troverà a vivere un mondo che per lui è tutto da scoprire e da interpretare. Chiude la rassegna domenica 3 febbraio alle ore 16.30 La riscossa del clown: il clown è sempre stato per antonomasia l’archetipo dello sconfitto. Lo spettacolo nasce dal desiderio di sperare in un mondo che possa trasformarsi e in cui, grazie all’impegno e alla partecipazione, anche i clown possono vincere.

Facendo mostra delle loro abilità di giocoleria, beat-box, rumorismo, commedia dell’arte, mimo, acrobatica, tip tap e roue Cyr, gli attori di Madame Rebiné ritornano sul palco del Teatro Storchi dopo il successo di Un eroe sul sofà con uno spettacolo di circo e teatro al servizio della leggerezza e del divertimento.

Speciale fuori abbonamento a posti limitati: sabato 26 gennaio alle ore 16.30 presso il Teatro delle Passioni va in scena Fiabe giapponesi. Chiara Guidi ha scelto tre fiabe dell’antica tradizione giapponese e le ha inserite in una rappresentazione che vede i bambini partecipare in prima persona: alcuni sono invitati con lei in scena a eseguire un preciso lavoro, altri, seduti in platea, vengono sollecitati a un dialogo che intercala i racconti. Tra platea e palco tutti i bambini sono dunque dentro lo spettacolo e, guidati dalla Narratrice, sperimentano direttamente lo statuto di rappresentazione proprio come fanno nel gioco, dove, insieme ad altri coetanei, esperiscono il “sentire” più profondo della realtà.

Informazioni

Ufficio Teatro Ragazzi e Giovani 059.2136055

teatro.ragazzi@emiliaromagnateatro.com

www.emiliaromagnateatro.com

PREZZI

Abbonamento a 4 spettacoli

intero € 26,00                                              riduzione  CartaInsieme € 22.00

ridotto bambini fino a 12 anni € 16,00                           riduzione CartaInsieme € 12.00

ridotto secondo/terzo bambino  € 13,00             riduzione  CartaInsieme € 9,00

Biglietti

Bambino fino a 12 anni € 5,00                           
Adulto € 8,00

Sconto di € 1,00 per i possessori di CartaInsieme Conad per gli spettacoli in abbonamento

Promozione speciale per la recita del 1 gennaio 2019 alle ore 17di The gag fathers al Teatro Storchi: per gli abbonati de La domenica non si va a scuola:

platea €21                            galleria €15

Prenotazioni e prevendita biglietti E ABBONAMENTI

Presso la Biglietteria del Teatro Storchi – Largo Garibaldi 15 Modena:

martedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19

mercoledì e giovedì dalle 10 alle 14

Biglietteria telefonica 059.2136021 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13)

Vendita nuovi abbonamenti: dal 9 ottobre

Prevendita biglietti: dal 23 ottobre

Il giorno dello spettacolo la Biglietteria apre alle ore 15.00