INCONTRO AL MISE DOPO L’ACQUISIZIONE DI AUCHAN RETAIL ITALIA DA PARTE DI CONAD

28 maggio 2019

BOLOGNA, 28 MAGGIO 2019 – Oggi i rappresentanti di Auchan Retail Italia e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di Auchan hanno partecipato all’incontro precedentemente convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico per un aggiornamento sull’andamento dell’attività in Italia.

All’incontro hanno partecipato anche i rappresentanti di Conad, la più ampia organizzazione di imprenditori indipendenti del commercio al dettaglio d’Italia, che ha avviato il percorso per l’acquisizione della quasi totalità delle attività di Auchan Retail Italia. Acquisizione che dovrà, comunque, tener conto delle valutazioni dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Nel corso dell’incontro Auchan Retail Italia ha illustrato prima di tutto ai vertici del Ministero lo stato di grave difficoltà in cui si trova il gruppo: le perdite degli ultimi due esercizi sono state particolarmente pesanti e fanno seguito ad anni di significativa difficoltà. La situazione è tale da richiedere ora rapidi interventi e soluzioni efficaci.

Conad, da parte sua, ha condiviso alcune informazioni, per ora di carattere generale, sul percorso finalizzato all’acquisizione di Auchan Retail Italia, con riferimento agli ipermercati, supermercati, negozi di prossimità e negozi ed affiliati in Franchising presenti sul territorio italiano in modo complementare alla propria rete.

Conad ha, inoltre, confermato che dall’accordo sono esclusi i 33 supermercati gestiti da Auchan Retail Italia in Sicilia e i drugstore Lillapois, che sono oggetto di una precedente trattativa condotta direttamente dal gruppo francese.

Per gestire esclusivamente gli aspetti legati al percorso dell’acquisizione, Conad nazionale e WRM Group, società specializzata nel real estate commerciale, hanno costituito ‘BDC Italia SpA’, che si occuperà di rendere esecutivo il piano industriale. L’operazione si dovrebbe sviluppare e completare in un arco temporale dai 3 ai 5 anni, in ragione di quelle che saranno le esigenze di mercato.

All’esito dell’incontro, il Ministero ha aggiornato il tavolo alla mattina del prossimo 20 Giugno, per proseguire il dialogo sullo stato avanzamento lavori.