Solidalmente, Conad e Pallacanestro Trapani presentano il progetto di inclusione "Un Canestro per Tutti"

24 gennaio 2020

L’Associazione Solidalmente, Conad e la Pallacanestro Trapani hanno presentato la seconda edizione del Progetto di inclusione "Un canestro per tutti", realizzato in partenariato con l'Istituto Alberghiero "I. e V. Florio" di Erice, l'Istituto comprensivo Eugenio Pertini e la Simone Catalano. Il Progetto sarà patrocinato dal Comune di Trapani.

Com'è noto, l'attività motoria e sportiva è un elemento fondamentale per l'ampliamento dell'offerta formativa, e la prima edizione del progetto si è già rivelata importantissima nella direzione dell'inclusione degli alunni con disabilità.

L'idea è nata da una sinergia tra l'Associazione Solidalmente e la Pallacanestro Trapani, con la volontà di dare vita a un'iniziativa che permettesse di favorire l'integrazione tra ragazzi normodotati e soggetti diversamente abili, grazie a uno sport che possa permettere di scoprire le potenzialità inespresse. Un progetto sposato appieno da Conad Sicilia, che con il suo sostegno all'iniziativa, dimostra di dare concretezza al suo impegno costante per la comunità e il territorio.

Sono molteplici gli obiettivi del progetto ma la cosa principale è quella di favorire il gioco di squadra fra disabili e non. Giocare insieme, grazie al principio fondamentale dell'accettazione dell'altro e dove l'attesa dell'altro è una regola, è un principio basilare per la crescita dei ragazzi. Si tratta di un'iniziativa grazie alla quale si aiutano gli studenti a cogliere il senso, il valore ed il piacere dell'aggregazione, la condivisione e la socializzazione tra alunni anche molto diversi fra loro nella mente e/o nel corpo.

Le lezioni si svolgeranno dal 24 gennaio al 17 aprile con allenamenti settimanali ed attività specifiche propedeutiche alla realizzazione di una partita finale presso il PalaConad dove, oltre agli studenti interessati, saranno presenti anche i giocatori della Pallacanestro Trapani. Un'equipe apposita si occuperà del lavoro con i ragazzi e del supporto agli insegnanti, del rapporto con le famiglie ed il contesto sociale di riferimento.

Destinatari del progetto sono gli studenti del 1° anno dell’Istituto Alberghiero ed alcuni studenti delle Scuole Eugenio Pertini e Simone Catalano.

Questa la formazione dell’equipe a sostegno dell’iniziativa: la psicologa Giovanna Bonventre, che aiuterà i ragazzi nel processo di crescita personale, facendo esprimere pienamente la loro personalità, l’Assistente Sociale Maria Elvira De Luca, che si prefiggerà l’obiettivo di porre in essere interventi a sostegno di persone con disabilità e delle loro famiglie per la piena valorizzazione delle potenzialità e delle opportunità individuali nonché per migliore integrazione/inclusione sociale, l’Assistente all’autonomia e alla comunicazione Valeria Ferranti, che faciliterà l’integrazione degli alunni con disabilità nell’ambito delle attività proposte, stimolando l’autonomia e la socializzazione con il gruppo classe e un professionista in scienze motorie, Giorgio Gentile, che si occuperà della prestazione atletica e fisica dei ragazzi partecipanti al progetto.

Preziosa la collaborazione di Conad Sicilia per l'avvio di questa seconda edizione del Progetto "Un Canestro per Tutti". " Da diversi anni - dichiara Vittorio Troia, direttore generale di Conad Sicilia - supportiamo la Pallacanestro Trapani nel suo percorso sportivo e nelle attività sociali sul territorio trapanese, ponendo grande attenzione soprattutto alla crescita dei settori giovanili. Siamo una cooperativa di 180 soci imprenditori fortemente radicati nel territorio con oltre 350 punti vendita - commenta Troia- siamo un'azienda protagonista nel panorama siciliano e vogliamo essere un'impresa socialmente responsabile che contribuisce in maniera significativa alla crescita della comunità. Siamo persone oltre le cose e sentiamo quindi il dovere di andare oltre gli scaffali dei nostri supermercati, collaborando con le eccellenze del territorio per mettere in campo progetti come questi, che promuovono l'integrazione sociale e l'abbattimento delle barriere".