Conad e cous cous fest all’insegna dell’integrazione e delle tradizioni culinarie

21 settembre 2017

Conad è, ancora una volta, main sponsor della kermesse internazionale dell’integrazione culturale tra i popoli del Mediterraneo. Un appuntamento che stimola le riflessioni su un tema di forte attualità anche attraverso la tavola e i prodotti tradizionali del territorio, di cui il gruppo distributivo è protagonista. 

 

San Vito Lo Capo (Trapani), 21 settembre 2017 – Con il passare degli anni – quest’anno sono venti – il Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo si accredita sempre più come un evento che sa coniugare la tradizione gastronomica di un numero crescente di Paesi con i temi dell’immigrazione, dell’accoglienza e della globalizzazione non solo dei mercati ma anche delle culture.

Il Cous Cous Fest ha di nuovo Conad quale main sponsor, a testimoniare l’importanza che il consorzio attribuisce non solo alle eccellenze gastronomiche della tradizione, tenute in vita da produttori locali con passione e capacità, ma anche al tema dei migranti e dei rifugiati, della solidarietà praticata più che annunciata. Non è certo un caso che il cous cous, cibo berbero d’elezione e comune tra gli “uomini liberi” di quella parte di Africa tra il Sahara occidentale e la Libia, sia stato adottato quale simbolo dell’integrazione tra popoli molto distanti tra loro per usi, costumi e culture.

 

«Conad è portavoce dei valori della multiculturalità e dell’integrazione: valori propri dello spirito mutualistico che dà forza a tutto il sistema Conad sin dalla sua costituzione», sottolinea il chief operation officer di Conad Sicilia Vittorio Troia. «Sosteniamo il Cous Cous Fest perché è un’occasione per favorire lo spirito di aggregazione, celebrare le più tipiche espressioni culturali locali e l’integrazione culturale tra i popoli dell’area mediterranea. Una spinta che avvertiamo ancora più forte qui in Sicilia, perché terra di frontiera che si misura quotidianamente sui valori e sullo spirito solidale della propria gente».

 

Dal 1998 il Cous Cous Fest è un appuntamento dove alla cucina è affidato il compito di coniugare diversità e integrazione, avvicinare culture culinarie diverse tra loro, creare un ponte tra Paesi distanti tra loro ma accomunati dal “rito” quotidiano del riunirsi attorno al desco per mangiare e socializzare.

L’edizione numero 20 si presenta all’insegna di tanti appuntamenti e di grandi chef che si alterneranno sul palco. Dieci diversi Paesi si misureranno in una gara gastronomica a base di degustazioni e cooking show.

Tutti i giorni, da venerdì 15 a domenica 24 settembre alle 18 e alle 20, nell’area lounge Sapori&Dintorni di Conad la Compagnia degli Chef mette in scena cooking show a base di prodotti Sapori&Dintorni. In palio, tra i presenti, numerosi Buoni Spesa Conad. Nello stesso periodo, dalle 16.30 alle 23, nel Temporary Store di Via Savoia sono in vendita i prodotti Sapori&Dintorni e Cous Cous Conad.

Non mancherà di richiamare persone e suscitare interesse il laboratorio gastronomico a base di prodotti Sapori&Dintorni Conad: l’appuntamento con tanti chef stellati è al PalaBia giovedì 21 settembre alle 20.30 e domenica 24 settembre alle 14.

Domenica 24 alle ore 18, i presenti potranno degustare il primo Olio Novello siciliano dop nell’area lounge Sapori&Dintorni, a cui seguirà un cooking show in tema con la Compagnia degli Chef.

 

 

«Il prodotto tipico fa immagine, certo; ma, ancor più, è cultura imprenditoriale. Una cultura, per Conad, fortemente radicata nel territorio», sottolinea il chief financial officer di Conad Sicilia Antonio Brianti. «Fiore all’occhiello è uno dei brand più noti e apprezzati dai clienti, Sapori&Dintorni Conad, capace di tutelare e valorizzare un patrimonio culturale fatto di piccole produzioni di grande qualità della tradizione regionale minacciate dall’omologazione industriale, selezionate attraverso la capacità di ricerca e diffusione di quei valori tradizionali e locali che caratterizzano l’operato quotidiano di Conad».