Se cerchi prodotti, volantini e punti vendita - Conad.it

Chi Siamo

Conad – acronimo di Consorzio Nazionale Dettaglianti – è la più ampia organizzazione di imprenditori indipendenti del commercio al dettaglio presente in Italia.

Approfondisci
Report

Annual Report 2020

La comunità al centro

Scopri di più

Sosteniamo il futuro

Ci impegniamo costantemente a contribuire alla crescita del nostro Paese, avvicinandoci con forte sensibilità a temi ambientali e promuovendo la produzione nazionale.

Approfondisci

News e approfondimenti

Iniziative, posizioni, dichiarazioni e approfondimenti che riguardano il sistema cooperativo Conad.

Approfondisci

La Conad vuole imparare il pugliese Di Ferdinando: «Fiduciosi nel futuro»

CONVETIONPRESTO L’APERTURA DI NUOVI PUNTI VENDITA: I NUMERI E I PROGETTI DI CRESCITA PER SFIDARE LA CRISI ECONOMICA

L'EDICOLA DEL SUD - Tra le regioni che hanno dato maggior impulso alla crescita di Conad Adriatico, c’è sicuramente la Puglia. Nella regione,il marchio è presente con 167 punti vendita: 7 sono “Spazio Conad”,13 “Conad Superstore”,42 Conad, 69 “Conad City”, 7“Margherita Conad”, 27 Todis e 2 “L’Al i me nt ar e ”. Gli occupati sono 2125 e il volume di affari generato è stato di 582milioni di euro,in crescita dell’8,13 per cento rispetto al 2020. 

Per l’anno in corso, il piano specifico di sviluppo prevede sei nuove aperture (4 Conad e due discount Todis)per5.200 mq di superficie. Una regione in cuil’impegno di Conad Adriatico proseguirà,nonostante le difficoltà generali che l’economia affronterà quest’anno, come prevede anche l’Ad dell’azienda, Antonio Di Ferdinando: «Siamo cresciuti nel 2021 com'è cresciuta tutta la grande distribuzione, per effetto del lockdown che impediva altri tipidi consumi, come ad esempio la ristorazione. Stiamo crescendo anche nel 2022 anche se pensiamo che sarà un anno molto difficile: infatti, data la situazione internazionale,l'aumento delle materie prime e dell'inflazione, i consumi,in termini assoluti,inevitabilmente diminuire» 

Qualisono i punti di forza e quali le difficoltà di Conad Adriatico in Puglia?

«La Puglia, per noi, è molto importante. È quella con il maggior numero di abitanti delle cinque in cui operiamo.È stretta e lunga, quindi, dal punto di vista territoriale,presenta difficoltà logistiche».

Questo cosa significa?

«Abbiamo cominciato lo sviluppo in questa regione non molti anni fa.Pian piano abbiamo trovato bravi soci e stiamo crescendo. Con l’operazione Auchan [l’acquisizione dei punti vendita di Auchan retail in Italia,n.d.r.]abbiamo preso in Puglia strutture importanti, anche se difficili da gestire, però ci stiamo lavorando e i risultati,stanno arrivando».

Avete indicato una direzione di sviluppo anche nel settore dei servizi.Per la Puglia avete previsto un impegno specifico nella sanità.

«Stiamo studiando da circa un anno e mezzo delle formule per integrare i nostri punti vendita con una serie di servizi per i consumatori,anche se non clienti Conad.Date alcune difficoltà rilevate nel sistema sanitario pugliese,per questa regione,una collaborazione con i laboratori medici è vista come un'area di sicura crescita per il futuro».

E nel futuro dei servizi sanitari cosa significa?

«Stiamo lavorando con primarie aziende internazionali per cercare di sviluppare questo settore nelle strutture in cui ci sono gli spazi per poter garantire questo servizio accessorio in modo specifico, anche se non mancheranno quelli che offriamo al resto della nostra rete di distribuzione».

 

Dal 1972, Conad Adriatico fa segnare successi commerciali di grande rilievo nelle cinque regioni in cui opera –Marche,Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata,ma anche nei Balcani-, restando fedele ai valori della “casa madre”,quel Consorzio Nazionale Dettaglianti,nato 10 anni prima a Bologna,e oggi leader della Grande distribuzione in Italia.Per festeggiare il mezzo secolo di vita, Conad Adriatico ha scelto la Puglia,celebrando dall’8 al 12 giugno, nel Villaggio Turistico di Pugnochiuso, una convention aziendale e l’assemblea dei soci per l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2021.La cooperativa ha superato brillantemente il periodo di crisi generato dalla pandemia di Covid-19, facendo registrare nel 2021 una crescita costante:il fatturato di 1.853milioni di euro segna un aumento del 7,7 per cento rispetto al 2020 e la quota di mercato è del 18 percento. Risultati illustrati dall’amministratore delegato Antonio Di Ferdinando,affiancato da FabioCaporizzi, responsabile delle relazioni esternee istituzionali di Conad.Ma sono anche altri i valori aggiunti delle strategie di Conad Adriatico:i forti investimenti(243,7milioni di euro in un quadriennio che è ancora in corso) per nuove aperture e ammodernamenti dei punti vendita.Tutti segnali forti della convinta adesione di ConadAdriatico a un modello di commercio più attento verso il dato umano che si riassume nell’aricinoto slogan aziendale: “Persone, oltre le cose”.